Rassegna stampa

Pagina 17 di 17 - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

L’esperto riassume i danni che l’eccesso di televisione può provocare nei più piccoli.
Fonte: Vero n.52 del 24 dicembre 2009 Settimanale

La maggior parte degli studi in materia dimostra che “affidare” un bambino così piccolo allo schermo danneggia le sue capacità di relazionarsi con gli altri. A quell’età il piccolo è molto recettivo e assorbe tutto ciò che vede e ascolta. Per cui ha bisogno di confrontarsi attivamente con le persone e il mondo reale. Da 6 a 10 anni, però, quando i bambini cominciano a capire meglio la realtà, la tv genera altri danni.

Pubblicato il 21/12/2009

Panico da catastrofe. Come uscirne.
Fonte:PiùSaute, Mensile 1_Numero 2 Dicembre 2009

Sono senza dubbio gli psicologi a poter risolvere le crisi psicologiche delle vittime dirette e indirette delle catastrofi. "La cosa importante - continua il dott. Cantelmi - è intervenire nell'immediato per evitare che il trauma venga interiorizzato e che quindi si generino ulteriori disturbi. Per quanto riguarda le vittime è importante stare loro vicini e farle parlare affinché non si isolino". Un'attenzione particolare ai bambini, sono i soggetti più a rischio.

Pubblicato il 10/12/2009

Relazioni di Coppia e Figli: Un nuovo Metodo di Analisi
Fonte: agoramagazine.it

L’iniziativa è volta a favorire una riflessione tra esperti del settore, in particolare sul delicato tema della “comunicazione adulto-bambino” con l’obiettivo di contribuire a individuare possibili misure di prevenzione e di contrasto all’escalation di gravi fenomeni giovanili di intolleranza, bullismo, violenza e depressione nei quali risulta coinvolto sempre di più anche il mondo dell’infanzia.

Pubblicato il 02/12/2009

Seminari e consigli online: le mosse dei genitori per vincere il bullismo
Fonte: corrieredellasera.it del 27/11/2009

Roma, capitale delle angherie tra ragazzi, inaugura il primo progetto contro le devianze a scuola. A sostenerlo, esperti e volti noti della comunità scientifica, dalla psicologa e scrittrice Maria Rita Parsi al presidente dell'Associazione Italiana Psichiatri e Psicologi Cattolici Tonino Cantelmi.

Pubblicato il 27/11/2009

Preti nella società digitale
Fonte: Avvenire del 21 novembre 2009

Internet, I-pod, cellulari, profili su facebook, chat, mail e sms: nel mondo di oggi i media sono di­ventati un «ambiente» nel qua­le tutti sono immersi. Quale formazione per i sacerdoti chiamati alla missione in una cultura segnata dalla «rete»? Il parere di Tonino Cantelmi

Pubblicato il 23/11/2009

La responsabilità nell'opera educativa
Fonte: Don Orione Oggi ottobre 2009

Occorre educare i genitori alla genitorialità. Questa è la nuova sfida. E inoltre occorre che le famiglie sostengano le famiglie: è necessario incrementare la solidarietà fra famiglie. Genitori competenti e famiglie solidali possono restituire alla famiglia il suo ruolo centrale.

Pubblicato il 18/11/2009

Professione “Perseguitati”
Fonte: PiùSalute Magazine Mensile Anno 1 _ Numero 1 Novembre 2009 Pag 54

Paura di essere schedati e lasciare in giro le proprie tracce, peggio ancora, di essere inseguiti dal satellite. Crescono i timori legati alle nuove tecnologie. E non solo. Quando anche andare in banca o avere una carta punti diventa una questione di salute

Pubblicato il 18/11/2009

Superare vergogna e pregiugizi
Tonino Cantelmi risponde alle domande dei lettori di 50&Più

La rivista 50&più intervista il Prof. Tonino Cantelmi sulle condizioni dei malati psichici e su comecontrastare lo stigma

Pubblicato il 04/06/2009

Arriva la generazione dei Nativi Digitali
Fonte: Corrieredellasera.it del 26/05/2009

Dopo l'Homo sapiens sapiens è la volta della generazione dei nativi digitali. Una nuova umanità figlia di cellulari e videogiochi, che ha già un cervello diverso dal nostro» ha spiegato all'agenzia Adnkronos Salute Tonino Cantelmi, docente di psichiatria dell'Università Gregoriana di Roma

Pubblicato il 29/05/2009

Tra i giovani europei piu’ alcool e psicofarmaci, meno tabacco
Fonte: Radio Vaticana del 30/03/2009

Radio Vaticana, dopo un'analisi dei dati Espad relativi al consumo di alcol e droga da parte di 100 mila studenti (età 15-16 anni), intervista Tonino Cantelmi. “L’abuso alcolico sembra essere in grande incremento fra gli adolescenti italiani, e questo è determinato da una ricerca dello sballo un po’ particolare, uno sballo che al tempo stesso sia euforizzante, allegro e anestetico. E’ una novità dei nostri tempi”.

Pubblicato il 16/04/2009
Pagina 17 di 17 - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17